“E allora ditelo a Dante”

DanteDì – 25 marzo 2021 – Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri

Ah se solo il sommo poeta avesse mai immaginato, quello che poi in realtà ha scritto… che tra Inferno, Purgatorio e Paradiso, quella che l’uomo ha il privilegio di vivere è tutta una Divina Commedia.

– Inizia così il dialogo disquisitorio tra me stessa ed il sommo poeta Dante –

Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.”

“Dante, ma cosa dici mai??!? A pensarci bene, ma proprio bene, bene… potresti avere ragione! Succede spesso di perdersi e di ritrovarsi con molta fatica. E allora uno pensa che… tra una Quaestio de aqua et terra e l’altra non si arriva mai alla fine ed i dubbi ti assalgono. Siamo in democrazia o in De monarchia? A me sembra che la musica, anche se Tanto gentile e tanto onesta pare è sempre la stessa.”

Lasciate ogne speranza o voi ch’intrate’. Queste parole di colore oscuro vid’ïo scritte al sommo d’una porta.”

“Dante, vedi tutto nero oggi! Continui a ribadire lo stesso concetto. Ho capito, ho capito.”

E poi penso: masarà davvero così?

“Non basta un sol Fiore per un Detto d’amore degno di nota e questo lo demandiamo a voi Donne ch’avete intelletto d’amore, ma tanto, mai ci risponderete. Si aspetta sempre e si spera in una Vita Nova che non arriva mai o se arriva, è sempre in ritardo. Ci consoliamo scrivendo Epistole con De vulgari eloquentia ad un Convivio di Egloghe in boschi immaginari od in luoghi animati da operose virtù.”

E ribadisco, perché come ho iniziato, finisco:

ah se solo il sommo poeta avesse mai immaginato, quello che poi in realtà ha scritto… che tra Inferno, Purgatorio e Paradiso, quella che l’uomo ha il privilegio di vivere è tutta una Divina Commedia.

“E allora dillo a Dante” – DanteDì 25 marzo 2021 – Danil Poet And Artist

Lascia un commento