Il Bambino Guerriero

Chiese il bambino alla TERRA:
“TERRA mia, che fai?”
E la TERRA rispose:
“Piango lacrime di Speranza…”
Chiese il bambino al CIELO:
“CIELO mio, che fai?”
Ed il CIELO rispose:
“Tremo, tanta è l’emozione che sto provando…”
Chiese il bambino alla TORRE:
“TORRE mia, che fai?”
E la TORRE rispose, con lo sguardo fiero e coraggioso di un guerriero:
“Vengo a giocare con te…”
Il BAMBINO si illuminò e gli domandò:
“Dove mi porti?”
E la TORRE rispose:
“Ti porto a ricostruire la nostra CITTA’, dove la TERRA sorride ed il CIELO, quieto, abbraccia tutto ciò che ci circonda… Vieni con me?”
Il BAMBINO pensieroso, gli rispose:
“Aspetta…”
E si diresse verso le CAMPANE.
E le CAMPANE iniziarono a suonare e a cantare, come mai avevano fatto prima di allora. Il loro CANTO gridò note così alte, ma così alte, che riuscirono a raggiungere e a radunare intorno a sé tutte quelle persone che avevano un cuore grande, capace di rispondere al loro richiamo.
Le PERSONE arrivarono da ogni parte del MONDO e furono così tante che, ad un certo punto, il BAMBINO orgoglioso di sé stesso e di ciò che era riuscito a fare, si girò verso la TORRE e le disse:
“SIAMO PRONTI… Adesso possiamo andare… andiamo a ricostruire la nostra città… AMATRICE RINASCERA’ PIU’ BELLA E GRANDE di prima!”

(Pasqua 16 Aprile 2017 – Danil)
Copyright su immagini e testo

Diamo una mano agli Amatriciani, a questi Guerrieri che stanno continuando a lottare per ricostruire la loro città! Facciamo in modo che ancora se ne parli, anche solo con una piccola “Fiaba”, ma continuiamo a parlarne!

Ecco il link dove acquistare la fiaba: L’Orologio e l’Incantesimo del Tempo

Ricordo che il ricavato della vendita del libro andrà in beneficenza all’Istituto Omnicomprensivo di Amatrice.